iten
CTI S.r.l.
Produzione di bersagli per il tiro a segno ecologici

 

 

Scheda Dati di Sicurezza

Conforme all’Allegato II del Regolamento (CE) n. 1907/2006

 

Data di emissione: 12/07/2016 Versione: 2.0

Il prodotto oggetto del presente documento è un ARTICOLO e questa Scheda Dati di Sicurezza è fornita agli utilizzatori professionali per garantire una maggiore sicurezza d’uso.


PIATTELLO PER TIRO A VOLO

 

SEZIONE 1: IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA

1.1.  Identificatore del prodotto

Nome commerciale: PIATTELLO PER TIRO A VOLO / PIATTELLO TIPO STANDARD ECO

1.2.  Usi pertinenti identificati della miscela e usi sconsigliati

Uso raccomandato: Piattello per l'esercizio delle discipline sportive di tiro a volo.

Uso sconsigliato: gli usi pertinenti sono sopra elencati. Non sono raccomandati altri usi a meno che non sia stata condotta una valutazione, prima dell’inizio di detto uso, che dimostri che i rischi connessi a tale uso sono controllati.

1.3.  Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza

Fornitore:

C.T.I. S.r.l.

Via 2 giugno, 20 42047 - Rolo (RE) Tel. +39 338 8349037

E-mail della persona competente responsabile della scheda dati di sicurezza: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1.4.  Numero telefonico di emergenza

CENTRI ANTIVELENI (h24 - informazioni in italiano): Milano - Ospedale Niguarda - Tel. +39 02 66101029

Pavia - IRCCS Fondazione Maugeri - Tel. +39 0382 24444 Firenze - Azienda Ospedaliera Careggi - Tel. +39 055 4277238

C.T.I. S.r.l. - +39 338 8349037 (Lun - Ven 8:30 - 12:30 / 14:30 - 18:00)

 

 

SEZIONE 2: IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI

2.1.  Classificazione della sostanza o della miscela

Classificazione secondo il Regolamento (CE) No. 1272/2008 (CLP) e s.m.i.:

Il prodotto non è classificato pericoloso ai sensi del Regolamento (CE) No.1272/2008 e s.m.i.

Effetti fisico-chimici dannosi alla salute umana e all’ambiente:

Nessuno.

2.2.  Elementi dell’etichetta

Pittogrammi:

Nessuno.

Avvertenza:

Nessuna.

Indicazioni di pericolo:

Nessuna.

Consigli di prudenza:

Nessuno.

Identificatore di prodotto:

Nessuno.

Informazioni supplementari:

Nessuna.

2.3.  Altri pericoli

Sostanze vPvB: nessuna. Sostanze PBT: nessuna.


 

 

SEZIONE 3: COMPOSIZIONE/INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI

3.1.  Sostanze

N.A.

3.2.  Miscele

Il prodotto è un articolo destinato all'uso come piattello per tiro a volo. Non è da considerare come sostanza o miscela. Trattasi di aggregato solido costituito da componenti inerti e leganti naturali non pericolosi additivati da colorante organico.

Componenti pericolosi ai sensi del Regolamento (CE) No 1272/2008 e relativa classificazione:

 

Nessun componente pericoloso.

 

Informazioni aggiuntive: per il testo completo delle indicazioni di pericolo H vedere la sezione 16.

 

 

SEZIONE 4: MISURE DI PRIMO SOCCORSO

4.1.  Descrizione delle misure di primo soccorso

In caso di contatto con la pelle:

Non sono necessari provvedimenti specifici.

In caso di contatto con gli occhi:

Il prodotto non produce alcun danno nella forma in cui è immesso sul mercato.

Eventuali frammenti di prodotto, se raggiungono gli occhi, possono produrre irritazione oculare e/o danneggiamenti di natura meccanica: in tali situazioni non forzare lo sfregamento, sciacquare con acqua ed eventualmente contattare un medico.

In caso di ingestione:

Non avviene nelle normali condizioni di manipolazione del prodotto.

In caso di inalazione:

Non avviene nelle normali condizioni di manipolazione del prodotto. In caso inalazione di polveri:

·         portare la persona esposta all’aria aperta;

·         in caso di disturbi consultare il medico.

4.2.  Principali sintomi ed effetti, sia acuti che ritardati

Nessun sintomo da segnalare.

4.3.  Indicazione della eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e di trattamenti speciali

Consultare un medico in caso di incidente ed effettuare un trattamento sintomatico.

 

 

SEZIONE 5: MISURE ANTINCENDIO

5.1.  Mezzi di estinzione

Mezzi di estinzione idonei:

Utilizzare sistemi estinguenti compatibili con la situazione locale e con l’ambiente circostante. Estinguere gli incendi di grosse dimensioni con acqua nebulizzata, schiuma, polvere estinguente secca e biossido di carbonio (CO2).

Mezzi di estinzione che non devono essere utilizzati per ragioni di sicurezza:

Nessuno in particolare.

5.2.  Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela

Nessuno in particolare.

5.3.  Raccomandazioni per gli addetti all’estinzione degli incendi

Indossare apparati muniti di autorespiratori e combattere l’incendio con le precauzioni abituali a distanza di sicurezza.


 

 

SEZIONE 6: MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE

6.1.  Precauzioni, dispositivi di protezione individuale e procedure di emergenza

Per il personale non addetto all’emergenza:

Non respirare eventuali polveri.

Per il personale addetto all’emergenza:

Indossare maschere antipolvere.

6.2.  Precauzioni ambientali

Non sono richiesti provvedimenti particolari.

6.3.  Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica

Raccogliere le fuoriuscite meccanicamente. Controllare il livello delle polveri e mantenere umido con acqua.

6.4.  Riferimento ad altre sezioni

Consultare le sezioni 7, 8 e 13.

 

 

SEZIONE 7: MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO

7.1.  Precauzioni per la manipolazione sicura

Non sono richiesti accorgimenti particolari.

7.2.  Condizioni per un immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità

Non sono richiesti requisiti particolari.

7.3.  Uso/i finale/i specifico/i

Piattello per l'esercizio delle discipline sportive di tiro a volo.

 

 

SEZIONE 8: CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE/PROTEZIONE INDIVIDUALE

8.1.  Parametri di controllo

Valori limite di esposizione professionale:

Non applicabile all’oggetto in condizioni di manipolazione normali.

Informazioni riguardanti le principali sostanze presenti nel prodotto: Valori limite di esposizione professionale:

N.A.

Valori limite di esposizione DNEL:

N.A.

Valori limite di esposizione PNEC:

N.A.

8.2.  Controlli dell’esposizione

Controlli tecnici idonei:

Osservare le misure di sicurezza usuali nella manipolazione di sostanze chimiche.

Protezione degli occhi:

Non necessaria per il normale utilizzo.

Protezione della pelle:

Non necessaria per il normale utilizzo.

Protezione delle mani:

Non necessaria per il normale utilizzo.

Protezione respiratoria:

In presenza di polveri utilizzare maschere antipolvere.

Controlli dell’esposizione ambientale:

Non necessari per il normale utilizzo.


 

 

SEZIONE 9: PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE

9.1.  Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche generali

Aspetto e colore:                      Solido, rosso

Odore:                                     Caratteristico

Soglia di odore:                         N.D.

pH:                                           N.A.

Punto di fusione/congelamento: N.D.

Punto di ebollizione iniziale e intervallo di ebollizione: N.D. Infiammabilità solidi/gas:          N.D.

Limite superiore/inferiore d’infiammabilità o esplosione: N.D. Densità dei vapori:                                N.A.

Punto di infiammabilità:             N.A. Velocità di evaporazione:                       N.A. Pressione di vapore:                 N.A.

Densità:                                   N.D.

Idrosolubilità:                           Insolubile Coefficiente di ripartizione (n-ottanolo/acqua): N.D.

Temperatura di autoaccensione: Non autoinfiammabile. Temperatura di decomposizione: N.A.

Viscosità:                                 N.A.

Proprietà esplosive:                  Non esplosivo

Proprietà comburenti:                Non comburente

9.2.  Altre informazioni

Non sono disponibili altre informazioni.

 

 

SEZIONE 10: STABILITÀ E REATTIVITÀ

10.1.  Reattività

Stabile nelle normali condizioni di manipolazione ed immagazzinamento.

10.2.  Stabilità chimica

Stabile ai normali valori di temperatura e pressione durante lo stoccaggio e la manipolazione.

10.3.  Possibilità di reazioni pericolose

Non sono note reazioni pericolose.

10.4.  Condizioni da evitare

Non sono disponibili altre informazioni.

10.5.  Materiali incompatibili

Nessuno noto.

10.6.  Prodotti di decomposizione pericolosi

Non sono noti prodotti di decomposizione pericolosi.

 

 

SEZIONE 11: INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE

11.1. Informazioni su effetti tossicologici

Informazioni tossicologiche riguardanti il prodotto:

·           Tossicità acuta: non classificato in base alle informazioni disponibili

STAmix (orale): non classificabile STAmix (inalazione): non classificabile STAmix (cutanea): non classificabile

·           Corrosione/irritazione cutanea: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·           Lesioni oculari gravi/irritazioni oculari gravi: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·           Sensibilizzazione respiratoria o cutanea: non classificato in base alle informazioni disponibili;


 

·            Mutagenicità delle cellule germinali: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·            Cancerogenicità: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·            Tossicità per la riproduzione: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·            Tossicità specifica per organi bersaglio (STOT) – esposizione singola: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·            Tossicità specifica per organi bersaglio (STOT) – esposizione ripetuta: non classificato in base alle informazioni disponibili;

·            Pericolo in caso di aspirazione: non classificato in base alle informazioni disponibili.

 

Informazioni tossicologiche riguardanti le principali sostanze contenute nel prodotto:

N.A.

 

 

SEZIONE 12: INFORMAZIONI ECOLOGICHE

12.1.  Tossicità

Dati non disponibili.

Informazioni ecotossicologiche riguardanti le principali sostanze contenute nel prodotto:

N.A.

12.2.  Persistenza e degradabilità

Dati non disponibili.

12.3.  Potenziale di bioaccumulo

Dati non disponibili.

12.4.  Mobilità nel suolo

Dati non disponibili.

12.5.  Risultati della valutazione PBT e vPvB

Il prodotto non soddisfa i criteri di classificazione PBT. Il prodotto non soddisfa i criteri di classificazione VPvB.

12.6.  Altri effetti avversi

Nessuno noto.

 

 

SEZIONE 13: CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO

13.1. Metodi di trattamento dei rifiuti

Catalogo europeo dei rifiuti: CER 200301 - rifiuti urbani non differenziati.

Non gettare i residui nelle fognature. Smaltire in conformità con le disposizioni amministrative. In Italia smaltire secondo quanto previsto dal D. Lgs. 152/2006.

 

 

SEZIONE 14: INFORMAZIONI SUL TRASPORTO

 

 

Trasporto

 

 

strada/ferrovia/via

Trasporto marittimo

Trasporto aereo (ICAO

navigabile interna

(IMDG Code)

T.I./IATA)

(ADR/RID/ADN)

 

 

14.1 Numero ONU

Non applicabile

Non applicabile

Non applicabile

14.2 Denominazione ufficiale di trasporto ONU

 

Non applicabile

 

Non applicabile

 

Non applicabile

14.3 Classe

Non applicabile

Non applicabile

Non applicabile

Etichetta/e di

Non applicabile

Non applicabile

Non applicabile

 

 

pericolo

 

 

 

14.4 Gruppo d’imballaggio

Non applicabile

Non applicabile

Non applicabile

14.5 Pericoli per l’ambiente

Non classificato

Non classificato

Non classificato

14.6 Precauzioni speciali per gli utilizzatori

 

Non applicabile

 

Non applicabile

 

Non applicabile

14.7 Trasporto alla rinfusa secondo l'allegato II di MARPOL 73/78 ed il codice IBC

 

 

Non applicabile

 

 

Non applicabile

 

 

Non applicabile

 

 

SEZIONE 15: INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE

15.1.  Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza o la miscela

Regolamento (CE) n. 1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato di ozono: Non listato.

Regolamento (CE) n. 850/2004 relativo agli inquinanti organici persistenti, Allegato I: Non listato.

Regolamento (CE) n. 649/2012 sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose, Allegato I, Parte 1:

Non listato.

Regolamento (CE) n. 649/2012 sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose, Allegato I, Parte 2:

Non listato.

Regolamento (CE) n. 649/2012 sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose, Allegato I, Parte 3:

Non listato.

Regolamento (CE) n. 649/2012 sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose, Allegato V:

Non listato.

Regolamento (CE) n. 1907/2006, articolo 59(1) [Elenco delle sostanze candidate]: Non listato.

Regolamento (CE) n. 1907/2006, Allegato XIV: Non listato.

Regolamento (CE) n. 1907/2006, Allegato XVII: Non listato.

15.2.  Valutazione della sicurezza chimica: non prevista per un articolo, ai sensi del Regolamento (CE) n. 1906/2007.

 

 

SEZIONE 16: ALTRE INFORMAZIONI

Data: 12/07/2016

Tipo di revisione: tutte le sezioni.

Conforme all’Allegato II del Regolamento (CE) No. 1907/2006, come modificato dal Regolamento (UE) 2015/830.


 

Questo documento e' stato redatto da un tecnico competente in materia di SDS e che ha ricevuto una formazione adeguata.

 

Acronimi ed abbreviazioni:

ADR: European Agreement concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Road.

CAS: Chemical Abstracts Service (divisione della American Chemical Society).

CLP: Classificazione, Etichettatura, Imballaggio.

DNEL: Livello derivato senza effetto.

GHS: Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals.

IATA: International Air Transport Association.

IATA-DGR: Dangerous Goods Regulation by the "International Air Transport Association" (IATA).

ICAO: International Civil Aviation Organization.

ICAO T.I.: International Civil Aviation Organization Technical Instructions.

IC50 : Concentrazione di inibizione per il 50 per cento della popolazione di test.

IMDG: International  Maritime Dangerous Goods Code.

LC50: Concentrazione letale per il 50 per cento della popolazione di test.

LD50: Dose letale per il 50 per cento della popolazione di test.

MARPOL 73/78: International Convention for the Prevention of Pollution From Ships, 1973 as modified by the Protocol of 1978.

NIOSH-REL: National Institute for Occupational Safety and Health (USA) - Recommended Exposure Limits.

NOEC: Concentrazione osservata di non-effetto.

OSHA-PEL: Occupational Safety & Health Administration (USA) -  Permissible Exposure Limits.

PNEC: Concentrazione prevista senza effetto.

RID: Règlement concernant le trasport International ferroviaire des merchandises Dangereuses.

STAmix: Stima di tossicità acuta della miscela. STEL: Limite d'esposizione a breve termine. STOT: Tossicità organo-specifica.

TLV: Valore limite di soglia.

TLV-TWA: Valore limite di soglia per la media pesata su 8 ore.

VLEP: Valore limite di esposizione professionale.

 

Note

N.A. = non applicabile

N.D. = non determinato

 

Scheda di sicurezza basata su:

-  Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) e succ. agg. e mod.

-  Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) e succ. agg. e mod.

 

Normativa e fonti di riferimento

-  Regolamento (CE) n. 1272/2008 (Classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele);

-  D.lgs. 152/2006 Norme in materia ambientale e succ. agg. e mod.;

-  ADR  - Accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose su strada;

-  International  Maritime Dangerous Goods Code (IMDG Code);

-  International Air Transport Association (IATA);

-  ECDIN - Environmental Chemicals Data and Information Network - Joint Research Centre, Commission of the European Communities;


 

-  SAX's DANGEROUS PROPERTIES OF INDUSTRIAL MATERIALS - Eight Edition - Van Nostrand

Reinold;

-  Istituto Superiore di Sanità - Inventario Nazionale Sostanze Chimiche.

 

Procedura di classificazione

Classe

Metodo di classificazione (Regolamento CLP)

Non classificato

Non applicabile

 

Testo delle indicazioni di pericolo H utilizzate nelle SEZIONI 2 e 3:

Non applicabile.

 

 

Le informazioni contenute in questa SDS si basano sulle nostre conoscenze alla data sopra riportata, sono riferite unicamente al prodotto indicato e non costituiscono garanzia di particolari qualità. L'utilizzatore è tenuto ad assicurarsi della idoneità e completezza di tali informazioni in relazione all'utilizzo specifico che ne deve fare.

VISITATORI

VISITATORI